Cagli sarà la prima città della green economy




Ecologia e salute, Pesaro Urbino, Politica | Simone Casadei | 18 maggio 2010 alle 09:53

Cagli sarà la prima città della “green economy“, in grado di produrre energie rinnovabili e di trainare il turismo delle aree interne. Questo il progetto “Villaggio del sole e del vento”, presentato dal Presidente della Provincia di Pesaro-Urbino, Matteo Ricci: “Da mesi – ha detto il giovane amministratore – abbiamo deciso di investire sul turismo e sulla green economy. Perché il lavoro, in tempi di crisi economica, rimane la nostra preoccupazione principale. Bisogna resistere ma anche innovare. E su questi due settori ci sono grandi prospettive di crescita, con possibilità nuove che possono aprirsi per l’occupazione”.

“La Provincia – ha detto il presidente – possiede una grande area, di 110 ettari, a San Vitale di Cagli. Comprende boschi, prati e pascoli. Con ex fabbricati rurali al suo interno. E’ una zona di grande valore paesaggistico: la visuale a valle è la Gola del Furlo. A monte si guarda al Nerone. E sopra c’è già una previsione urbanistica lungimirante, in senso turistico e ricettivo.”. Da qui l’idea: “Potevamo inserire il terreno nel Piano delle alienazioni. Abbiamo deciso, invece, di provare a incentivare un investimento privato ecosostenibile e a impatto zero, per lo sviluppo ricettivo e la produzione di energie rinnovabili. E’ un progetto unico nel genere a livello nazionale: forse, finanziariamente, avremmo ottenuto di più alienando il bene. Ma crediamo nel grande valore aggiunto e nello sviluppo che l’idea può dare a tutto il territorio”.

“Apriremo un manifestazione d’interesse – ha proseguito Ricci – finalizzata a verificare la disponibilità degli operatori economici e dei privati. Contiamo quindi di predisporre il progetto preliminare e di arrivare alla gara d’appalto entro la fine dell’anno. Dopo un processo di partecipazione stimolata”.

La Provincia ha distinto l’area in due zone: una destinata agli interventi di riqualificazione edilizia in senso ricettivo; l’altra, più grande, sarà invece destinata ad accogliere fotovoltaico, minieolico, geotermico e biomasse.

Panorama di Cagli

Panorama di Cagli

Il sindaco di Cagli, Patrizio Catena, ha aggiunto: “Abbiamo condiviso subito l’idea che il presidente ci ha proposto all’indomani del suo insediamento. Da parte nostra c’è la massima collaborazione”.

Ricci ha poi concluso: “Le aree interne possono diventare il nostro grande distretto del benessere. Ma se vogliamo crederci davvero, dobbiamo aumentare la ricettività. In questo senso il patrimonio pubblico può essere messo a disposizione per incentivare gli investimenti nel settore. E’ questo il caso del Villaggio del Sole e del Vento”.

Tags: , , , , , , , ,

Ti è piaciuto questo articolo? CONDIVIDILO!


Marche su Facebook: ti piace? Sottoscrivi il nostro feed RSS

Citycool su Facebook





Articolo scritto da Simone Casadei

Simone Casadei Simone Casadei classe 1976, nato ad Urbino (PU), vissuto in giro per il mondo, ora di stanza a Fano (PU). Abbandonata con sollievo la carriera da bancario, adesso si guadagna da vivere facendo il consulente di direzione aziendale, come libero professionista.
Sito: http://www.simonecasadei.net


Lascia un commento